Come creare un sito web professionale con WordPress?

Come creare un sito web con WordPress

Ecco le 7 fasi per la creazione di un sito web o di un blog in WordPress:

1/ Scegliere un nome di dominio

Il nome del dominio è spesso una delle prime cose che i visitatori notano e può avere un impatto sulla percezione del vostro sito e del vostro marchio. Un nome ben scelto suscita l’interesse degli utenti e li incoraggia a visitare il vostro sito.

Più il nome di dominio è breve, più è facile da ricordare e digitare. Di conseguenza, gli utenti avranno maggiori probabilità di trovarvi. Inoltre, le parole complicate o insolite possono essere difficili da ricordare e da scrivere correttamente.

Se state creando un sito web per un’azienda, il nome di dominio deve riflettere il vostro marchio. Includendo il nome della vostra azienda nel vostro dominio, potrete distinguervi, farvi riconoscere e aumentare il traffico verso il vostro sito web. Assicuratevi di non utilizzare il nome di un marchio o di un nome di dominio esistente quando create il vostro marchio o nome di dominio.

È necessario scegliere anche l’estensione del dominio. Il più popolare è .com, che rappresenta oltre il 50% di tutti gli indirizzi Internet. Ma ce ne sono molti altri, come .org, .io, .co, .net, .link, .info, .store, .shop. Senza dimenticare le estensioni di nome di dominio derivate da un paese: .es, .de, .ru, .fr, .tk, .uk, .cn, etc…

Il modo più semplice e sicuro per verificare immediatamente se il nome di dominio che vi interessa è libero o già in uso è visitare la pagina Domain Checker di Hostinger. I prezzi sono tra i più bassi del mercato e le informazioni fornite sono molto chiare, senza costi nascosti. Nella maggior parte dei casi, un nome di dominio viene offerto con l’acquisto di un nuovo pacchetto di web hosting.

2/ Scegliere un host web

Utilizzo Hostinger per il mio sito web Codetahiche.com dal 2021. Questo host web offre, ai prezzi più bassi del mercato, hosting web condiviso, ma anche hosting Cloud, hosting VPS e hosting WordPress gestito. Un certificato SSL viene offerto con l’acquisto di un pacchetto di web hosting e, se applicabile, con la migrazione del sito web da un altro host web.

Hostinger Web Hosting - Logo

Esistono altri host web di qualità, come Flywheel o Cloudways:

Flywheel Web Hosting - Logo
Cloudways Web Hosting - Logo

Un’altra soluzione è quella di utilizzare Elementor Cloud. L’offerta cloud del famoso page builder è un servizio all-in-one che non solo si occupa dell’hosting web ma anche degli aspetti tecnici della creazione di un sito web: si ottiene la licenza Elementor Pro, un dominio gratuito e un certificato SSL gratuito. Sono quindi preinstallati WordPress, Elementor Pro e il tema WordPress Hello.

Sito Web Elementor Cloud - Banner

3/ Installazione di WordPress

L’installazione di WordPress è solitamente una questione di pochi clic e viene eseguita automaticamente dal vostro host web. Esistono anche metodi manuali, il più diffuso dei quali è il client FTP (File Transfer Protocol), utilizzando un file manager come FileZilla.

Un’altra soluzione è quella di installare WordPress in locale, cioè sul proprio computer per testare diverse configurazioni di plugin e temi di WordPress, senza dover ricorrere a un host web in questo momento. Questo può essere fatto utilizzando un software gratuito come Local by Flywheel. Una volta soddisfatti della configurazione, non resta che copiarla sul proprio host web. È persino possibile effettuare questo tipo di test non sul computer, ma online, attraverso un sito web come InstaWP.

Consultate i nostri articoli dettagliati: Come installare WordPress in locale con Local by Flywheel e InstaWP: creazione istantanea di un sito WordPress.

4/ Come creare un sito web: Homepage, permalink, categorie, pagine, messaggi

Dalla dashboard di WordPress è possibile accedere a diverse schede che consentono di configurare il sito web.

– Struttura della homepage:

Per impostazione predefinita, la homepage sarà composta dagli ultimi articoli pubblicati. Per creare una homepage personalizzata, andate nella scheda Impostazioni > Lettura, che si trova nella barra laterale sinistra della dashboard di WordPress. Il pulsante “Una pagina statica” deve essere selezionato. Nel menu a discesa, selezionare “home page”.

Impostazioni della homepage

– Scelta della struttura del permalink:

Si tratta di determinare la struttura degli URL delle varie pubblicazioni. Andare su Impostazioni > Permalink.

Semplice: il problema principale di questa impostazione è che gli URL finiranno con numeri criptici, come “p=123”. In termini di posizionamento delle pagine, Google non lo gradisce molto.

Data e titolo: Questa impostazione consente di visualizzare la data e il titolo dell’articolo. La data non è molto utile, quindi questa soluzione dovrebbe essere evitata.

Mese e titolo: questa impostazione consente di visualizzare il mese e il nome della pubblicazione.

Numerico: questa impostazione visualizzerà anche i numeri alla fine degli URL, cosa che dovrebbe essere evitata.

Titolo della pubblicazione: Questa è l’impostazione più accurata e logica. In questo modo i visitatori potranno trovare rapidamente ciò che stanno cercando, ovvero il nome della pagina o dell’articolo.

Struttura dei permalink

– Creazione di categorie:

Accedere alla scheda Articoli > Categorie. È necessario inserire il nome della categoria e lo slug: si tratta della parte dell’URL subito dopo il nome del dominio e il backslash. È questa parte dell’URL che spiega il contenuto della pagina. Gli slug sono ovviamente importanti per il posizionamento nei motori di ricerca, grazie all’uso di parole chiave SEO direttamente negli URL.

– Creare un articolo o una pagina:

Per creare una pubblicazione, accedere alla scheda Articoli > Aggiungi. Nella maggior parte dei casi si tratta dell’editor di contenuti di WordPress, chiamato anche Gutenberg, o del page builder Elementor. Per creare ogni pagina del vostro sito web e poter quindi scrivere il contenuto delle pagine (pagina iniziale, pagine dei nostri servizi, pagina dei contatti, pagina informativa o altre), andate nella scheda Pagine > Aggiungi.

5/ Installazione di un tema WordPress

I temi WordPress più popolari offrono solitamente una versione gratuita e una premium, oltre a un gran numero di modelli pronti all’uso: blog, siti vetrina, siti WooCommerce.

– Tema OceanWP

Il tema OceanWP è un tema WordPress con oltre 200 modelli pronti all’uso, perfetto per qualsiasi tipo di sito web aziendale, per creare un negozio online (business, piccole imprese). La versione a pagamento più economica del tema OceanWP costa 35 dollari all’anno e consente la gestione di 3 siti web.

Esempi di demo OceanWp
Temi OCEANWP
Tema OceanWP per siti Web WordPress

– Tema GeneratePress

Questo tema WordPress è facile da usare ed è dotato di molte caratteristiche che lo rendono perfetto per creare qualsiasi tipo di sito web. Esiste una versione gratuita e una versione Premium con ancora più opzioni di personalizzazione (59 dollari all’anno o 249 dollari a vita).

Theme WordPress GeneratePress

– Tema Astra

Il tema Astra è il più popolare. Offre una versione gratuita e tre versioni Premium rinnovabili annualmente, a partire da 49 dollari all’anno, e tre versioni Lifetime a partire da 239 dollari.

Theme WordPress Astra

– Tema Kadence

Il tema Kadence offre una versione gratuita e tre versioni Premium rinnovabili annualmente, a partire da 59 dollari all’anno, e una versione Lifetime completa a partire da 649 dollari.

Tema WordPress Kadence

– Tema Divi

Il tema Divi e il suo famoso Page Builder sono disponibili a partire da 89 dollari all’anno o 249 dollari per tutta la vita. Questi due pacchetti consentono di creare un numero infinito di siti WordPress e di utilizzare centinaia di modelli diversi.

Divi WordPress Tema

6/ Installazione dei plugin di WordPress

7/ Configurazione delle reti sociali

Questa operazione va fatta scegliendo il nome del proprio sito web in modo da promuoverlo gratuitamente condividendo regolarmente i propri articoli man mano che vengono pubblicati. Da parte mia, utilizzo soprattutto Pinterest e Twitter.

Impostazione dei social media

Come migliorare la sicurezza di un sito WordPress?

Esistono molti modi per proteggere un sito web, ma il più semplice ed efficace è quello di utilizzare un plugin di sicurezza. WP Cerber Security è a mio avviso il miglior plugin per migliorare la sicurezza di un sito web WordPress. Questo plugin protegge qualsiasi sito WordPress da attacchi di forza bruta, spam, trojan e malware. WP Cerber Security è gratuito, facile da usare, potente e può essere utilizzato su un numero illimitato di siti web. Cosa si può chiedere di più?

WP CERBER Security

Maggiori dettagli nel nostro articolo: Come proteggere un numero illimitato di siti WordPress da hacker, spam e malware


Come velocizzare la visualizzazione di un sito WordPress?

1/ L’importanza cruciale dell’host web

Tenderemo a dirti: trova un host di qualità! Ma c’è anche un’altra area che dovrebbe attirare la nostra attenzione: l’ottimizzazione delle immagini! Si stima che le immagini rappresentino circa il 20% del peso totale di una pagina web …

2/ Compressione dell’immagine

Il modo più semplice è comprimere le tue immagini prima di caricarle sul tuo sito web. È quindi necessario trovare un equilibrio tra le dimensioni dei file e una qualità dell’immagine che sia comunque accettabile. Uno strumento online semplice e gratuito come TinyPNG è sufficiente.

Una soluzione molto più pratica sarebbe quella di poter automatizzare questo processo. A tale scopo è possibile utilizzare un plugin di WordPress come Imagify o ShortPixel. Questi plugin comprimono automaticamente le immagini quando le carichiamo dalla libreria multimediale. Questi plugin consentono anche di visualizzare il formato immagine WebP o AVIF, più potente dei formati PNG o JPEG.

SHORTPIXEL logo

Maggiori dettagli nei nostri articoli: Plugin ShortPixel: un potente ottimizzatore di immagini e Imagify: come ottimizzare le immagini per velocizzare il sito web?

3/ Ottimizzazione del database di WordPress

È anche possibile ottimizzare il suo database WordPress. Va detto che molte estensioni lasciano file indesiderati dopo la loro disinstallazione. Molti siti Web, in particolare quelli meno recenti, utilizzano il motore di archiviazione MyISAM. Tuttavia, lo standard InnoDB, apparso in seguito, è più efficiente.

Maggiori dettagli nel nostro articolo: 3 plugin per ottimizzare il database di WordPress

4) Utilizzo di un CDN

Una CDN (Content Delivery Network) è una rete di server che rende disponibile il contenuto di un sito web in diverse località geografiche contemporaneamente, a partire da un server di origine (dove si trova il vostro sito web). Tutti i contenuti del vostro sito web vengono memorizzati nella cache del server CDN. Il risultato è un miglioramento della velocità di visualizzazione delle pagine web per ogni richiesta del visitatore. Il più popolare è Cloudflare, con oltre 200 server in tutto il mondo. Cloudflare offre un pacchetto gratuito.

5) Ottimizzazione della versione mobile

Dobbiamo anche assicurarci di ottimizzare la versione mobile del nostro sito Web, soprattutto perché Google lo ha reso un criterio importante per la SEO lanciando il suo indice Mobile First nel 2018. Secondo Google, “non abbiamo un indice mobile-first diverso dal nostro indice principale. Storicamente, la versione desktop veniva utilizzata per l’indicizzazione. D’ora in poi, i contenuti della versione mobile saranno sempre più utilizzati per l’indicizzazione.

Maggiori dettagli nei nostri articoli: 15 consigli per ottimizzare WordPress e Plugin Super Page Cache per Cloudflare: velocizza il tuo sito WordPress gratuitamente.


Come migliorare il SEO?

1/ Migliorare la SEO con il plugin Rank Math o il plugin Yoast SEO.

Questo plug-in può aiutarti a ottenere una visione più approfondita del tuo pubblico e delle sorgenti di traffico con il suo modulo Analytics . Può coprire la ricerca di parole chiave, la gestione reindirizzamenti , ottimizzazione dei contenuti, integrazione di WooCommerce , la creazione di una sitemap del sito, ottimizzando la vostra Local SEO, integrazione dei social media, referenziazione delle immagini grazie al modulo “Image SEO“, gestione dell’indicizzazione dei vostri URL grazie al modulo di indicizzazione di Google e Bing e gestione di diversi strumenti molto utili.

Maggiori dettagli nel nostro articolo: SEO: 20 regole per ottimizzare i contenuti web con Rank Math

Plugin SEO Rank Math
Plugin SEO Rank Math

2/ Migliorare la SEO con un indice dei contenuti

Per coloro che non hanno acquistato la versione PRO di Elementor, ci sono estensioni per avere un sommario all’inizio di ogni post del tuo blog. La mia estensione preferita è LuckyWP Table of Contents .

Plugin LuckyWp Table of Content WordPress

Questo ti permette di inserire automaticamente o manualmente per ogni nuovo articolo scritto, un sommario in tutti i tuoi articoli. Completamente configurabile, questa piccola estensione offre anche molte opzioni di configurazione.


Come si crea un sito WordPress multilingue? WPML: il plugin multilingue per WordPress

Per chiunque voglia sviluppare un sito multilingue, WPML è una delle estensioni essenziali.

WPML - WordPress Multilingual Plugin

Maggiori dettagli nel nostro articolo: plugin WPML: come creare un sito WordPress multilingue


La collezione di strumenti Crocoblock

Questo è uno dei modi di maggior successo per creare siti Web dall’aspetto professionale. Che il vostro sito sia un blog, un sito vetrina o un sito di e-commerce, questa suite può interessarvi per la sua facilità d’uso e i suoi risultati impeccabili.

WordPress Crocoblocks per la creazione di siti web

Maggiori dettagli nel nostro articolo: Crocoblock: un pacchetto di template, plugin e pop-up per Elementor


Come installare WordPress in locale?

Per eseguire un sito web direttamente sul computer, è necessario un server web locale. Esistono molti programmi che permettono di farlo, ma il più semplice da usare è sicuramente Local by Flywheel.

Local by Flywheel: costruzione di siti internet WordPress

Maggiori dettagli nel nostro articolo: Come installare WordPress in locale con il software Local by Flywheel


Sicurezza: il gestore di password RoboForm

RoboForm ha la reputazione di essere uno dei migliori gestori di password e offre, oltre a una versione completamente gratuita, il piano “RoboForm Everywhere” e un piano “Business” per le aziende. Maggiori dettagli in questo articolo: RoboForm è un buon gestore di password?

RoboForm - Gestore di password

3 buoni motivi per utilizzare una VPN

1. Sicurezza contro gli hacker

Una VPN crittografa la tua linea Internet, il che è particolarmente utile per la connessione a reti Wi-Fi pubbliche, poiché consentono ai criminali informatici di hackerare facilmente i tuoi dati privati. Per gli stessi motivi, una VPN consente anche di garantire la consultazione dei tuoi conti bancari online. Questo è il motivo per cui è necessario mantenere la tua VPN abilitata per mantenere la tua sicurezza.

2. Riservatezza dei tuoi dati personali

Le VPN crittografano tutti i dati che viaggiano sulla tua rete, rendendo praticamente impossibile per hacker, ISP e governi vedere le tue informazioni personali.

3. Bypassa le restrizioni geografiche

Il tuo IP reale e la tua area geografica consentono ai siti Web di bloccare determinati contenuti per motivi di diritti di trasmissione (Streaming, Canali TV, Netflix). Con una VPN prendi il controllo scegliendo il paese da cui vuoi apparire.